X

Le attività

Primaria / Le attività
  • Italiano
  • Storia
  • Geografia
  • Inglese
  • Matematica
  • Scienze
  • Informatica
  • Arte e Immagine
  • Educazione Motoria
  • Musica
  • Educazione alla cittadinanza
  • Religione

Italiano

Lezioni di Italiano

Per quanto riguarda la lingua orale gli alunni verranno stimolati a rispondere a domande e a raccontare il proprio vissuto in conversazioni guidate.
Si utilizzeranno immagini per la descrizione, per l’invenzione di storie, per ricostruire semplici racconti letti dall’insegnante. Si predisporranno inoltre opportuni interventi per sviluppare negli alunni un corretto atteggiamento di ascolto dando largo spazio ad attività di animazione alla lettura utili sia per il rinforzo delle abilità di ascolto e attenzione che all’avvio al piacere di leggere.

Per la lettura si partirà sia dal materiale presente nel libro in adozione, sia da ogni elemento scritto che può essere di stimolo o interesse (scatole dei giochi, copertine, insegne cittadine…). Per la scrittura, si inizierà con il riconoscimento delle vocali. Per tutte le consonanti, a partire dalle frasi di sintesi, si proporrà il seguente percorso:

  • Riconoscimento visivo della parola;
  • Riconoscimento fonologico del suono consonantico;
  • Riconoscimento visivo del segno grafico;
  • Riconoscimento del suono sillabico iniziale.

Per consolidare il riconoscimento delle consonanti, si utilizzeranno proposte ludiche analoghe a quelle utilizzate per le vocali. I diversi caratteri verranno proposti contemporaneamente, anche se, inizialmente, verrà dato maggiore spazio allo stampato maiuscolo. Per la scrittura, si proporranno diverse attività per affinare le abilità grafiche di riproduzione dei diversi caratteri sino alla composizione autonoma di frasi e semplici testi.

Storia

L’insegnante si propone di favorire nei bambini l’acquisizione della capacità di collocare gli eventi nello spazio e nel tempo, di riflettere e dialogare sugli aspetti della realtà a loro più vicini. Inoltre saranno introdotti nella dimensione della memoria comune e delle responsabilità verso il proprio ambiente di vita.

Compito dell’insegnante sarà quello di aiutare i bambini a sistematizzare ed integrare le loro preconoscenze con un graduale approccio ai contenuti e al lessico specifici della storia e della geografia. L’avvio della riflessione sul tempo e sullo spazio, quindi, verrà attuato in modo graduale e in costante riferimento ai vissuti concreti dei bambini.

Per una significativa acquisizione degli apprendimenti si farà ricorso ad attività che coinvolgono il corpo, la mente, gli affetti, come:

  • Giochi ed attività motorie che potenziano la padronanza dello spazio intorno al corpo, permettono l’acquisizione di coordinate spaziali e temporali, favoriscono le relazioni;
  • Attività di costruzione, grafico – pittoriche;
  • Occasioni di narrazione.

Geografia

L’insegnante si propone di favorire nei bambini l’acquisizione della capacità di collocare gli eventi nello spazio e nel tempo, di riflettere e dialogare sugli aspetti della realtà a loro più vicini. Inoltre saranno introdotti nella dimensione della memoria comune e delle responsabilità verso il proprio ambiente di vita.

Si partirà dalle esperienze che gli alunni hanno già all’ingresso della scuola primaria, esplicitate attraverso diverse attività, per metterle a confronto con quelle dei compagni.

Compito dell’insegnante sarà quello di aiutare i bambini a sistematizzare ed integrare le loro preconoscenze con un graduale approccio ai contenuti e al lessico specifici della storia e della geografia. L’avvio della riflessione sul tempo e sullo spazio, quindi, verrà attuato in modo graduale e in costante riferimento ai vissuti concreti dei bambini.

Per una significativa acquisizione degli apprendimenti si farà ricorso ad attività che coinvolgono il corpo, la mente, gli affetti, come:

  • Giochi ed attività motorie che potenziano la padronanza dello spazio intorno al corpo, permettono l’acquisizione di coordinate spaziali e temporali, favoriscono le relazioni;
  • Attività di costruzione, grafico – pittoriche.

Inglese

La scuola primaria del Convitto valorizza particolarmente l’insegnamento della lingua inglese, quale strumento ormai imprescindibile per la formazione scolastica e personale dei bambini.

Il numero delle ore dedicate a questa materia è quindi maggiore rispetto a quello delle scuole statali: già a partire dalla classe prima all’inglese sono dedicate cinque ore settimanali in aggiunta a quelle di CLIL - Content and Language Integrated Learning (È un nuovo approccio metodologico, una modalità di insegnamento in cui la lingua viene utilizzata in modo veicolare. Si tratta di dedicare parte dell’orario scolastico all’apprendimento di moduli specifici in lingua inglese aumentando le ore di esposizione alla lingua offrendo opportunità significative per praticarla) e infine vi sono 4 ore aggiuntive di Madrelingua.

Il programma va oltre quello ministeriale e prevede molti approfondimenti, così che i bambini in quarta e in quinta siano in grado di destreggiarsi in semplici situazioni di vita comune, come una partenza dall’aeroporto, un pranzo al ristorante o l’acquisto di un biglietto del cinema.

Lezioni di Inglese

Matematica

La realtà e l’esperienza degli alunni saranno il punto di partenza di tutte le attività logico-matematiche.
Le fasi più significative saranno:

  • Partire da attività e giochi scelti tra quelli tradizionalmente presenti negli ambienti di vita del bambino;
  • Dare ampio spazio ad attività manipolative, rappresentative, sperimentali, utilizzando materiali strutturati e non;
  • Staccarsi gradualmente dalla fase manipolativa per giungere alle rappresentazioni grafiche e quindi alle relative immagini mentali;
  • Utilizzare le informazioni più varie, abituando il bambino ad avvalersi di strategie personali e procedimenti diversi per arrivare al risultato;
Lezioni di Matematica

Utilizzeranno materiali strutturati e non: blocchi logici, abaco, disegni, illustrazioni, schemi, grafici, diagrammi, macchine, schede appositamente preparate.

Il metodo di lavoro si baserà principalmente su attività laboratoriali con l’utilizzo di schede operative di verifica e di preparazione attraverso lavori di gruppo, a coppie e individuali, attività di ricerca-azione-scoperta, giochi matematici, giochi logici.

Scienze

L’azione educativa sarà indirizzata a sviluppare negli alunni l’abitudine a porsi domande sull’ambiente naturale, i suoi fenomeni più evidenti e le sue leggi.

Si cercherà di stimolare nel bambino il gusto della scoperta come motivazione all’osservazione, alla riflessione e all’analisi. Si ritiene essenziale l’uso della verbalizzazione orale, tenendo presente che parlare vuol dire:

  • Descrivere;
  • Utilizzare/comprendere termini appropriati;
  • Scambiare punti di vista, spiegazioni, opinioni, informazioni;
  • Problematizzare tutti gli aspetti ritenuti significativi.

Pertanto le attività prevedono momenti di discussione collettiva, non considerata solo come espediente per accendere la curiosità, ma come parte integrante del lavoro.

Informatica

L'informatica è stata introdotta in tutte le classi della scuola primaria.

Il progetto elaborato in tale occasione è la base del percorso di studio che si propone agli alunni delle cinque classi.

Essi acquisiscono varie competenze come conoscere gli utilizzi principali del computer, riconoscere le parti del computer e i suoi accessori ed essere in grado di dare un nome almeno ai componenti principali, gestione delle funzioni base ed avanzate del computer, gestione dei dispositivi Input/Output e dei dispositivi di archiviazione, ma anche lo Studio dei pericoli della rete e uso di strumenti di editor come Word, di calcolo come Excel e di presentazione come PowerPoint.

Arte e Immagine

L’insegnante favorirà l’espressione libera, immediata e spontanea e la ricerca e la sperimentazione di esperienze comunicative intenzionalmente programmate e guidate, attraverso un approccio operativo di tipo laboratoriale.

Allo scopo di stimolare le attività espressivo-comunicative saranno presi in considerazione:

  • Le esperienze vissute dal bambino;
  • Le storie di persone, personaggi reali o immaginari, individuati in storie lette, ascoltate, viste o inventate;
  • Gli aspetti dell’ambiente.

Educazione Motoria

Attraverso una didattica attiva il bambino interagisce con ciò che lo circonda e con gli altri, caratterizzandosi come protagonista del proprio percorso di apprendimento.

L’ambiente in cui deve interagire è di tipo operativo e cooperativo dove si creano le condizioni perché ogni alunno sviluppi consapevolmente:

  • Una giusta maturazione sul piano psicomotorio;
  • Un rapporto orientato nello spazio e nel tempo;
  • Autonomia e senso di responsabilità;
  • Il rispetto dei tempi e dei ritmi propri e altrui;
  • Il rispetto delle regole.

Musica

Lezioni di Musica

La musica, componente fondamentale e universale dell’esperienza umana, valorizza la creatività, la partecipazione, lo sviluppo del senso di appartenenza a una comunità e l’interazione fra culture diverse.

Nella scuola l’apprendimento della musica si articola su due dimensioni:

  1. Produzione del suono attraverso l’attività corale e di musica d’insieme;
  2. Conoscenza di fatti, opere del presente e del passato, personaggi e strumenti musicali dall’antichità ad oggi.

Il canto, la pratica degli strumenti musicali, la produzione creativa, l’ascolto, la comprensione e la riflessione critica favoriscono lo sviluppo della musicalità che è in ciascuno; contribuiscono al benessere psicofisico dando risposta ai bisogni, desideri, domande, caratteristiche delle diverse fasce d’età.
In particolare, attraverso l’esperienza del far musica insieme, ognuno potrà cominciare a leggere e a scrivere la musica in forme diverse, a produrla e a improvvisarla.
In quanto mezzo d’espressione e di comunicazione, la musica interagisce costantemente con le altre arti ed è aperta agli scambi e alle interazioni con i vari ambiti del sapere.

Educazione alla cittadinanza

Proponiamo un percorso nell'ambito dell'educazione all'inclusione/convivenza democratica, alla legalità, al benessere, al patrimonio storico e artistico, alle emozioni, alla pace, alla tecnologia, alla cooperazione, all'identità nazionale e globale, ai valori professionali, all'ambiente, all'Intercultura.

I docenti sviluppano i contenuti all'interno delle discipline, ponendo in evidenza i fattori che investono i diritti della persona, attraverso una gestione democratica della classe centrata sulla cooperazione, sull'interdipendenza dei ruoli e sull'uguaglianza, con un continuo rimando alle caratteristiche dell'ambiente economico e sociale ove si opera. In questo senso sono privilegiate esperienze che impegnano gli alunni in progetti rivolti all'esterno del gruppo classe e anche della scuola, che hanno come risultato un intervento sull'ambiente e/o sulle persone fruendo anche delle numerose proposte che le organizzazioni impegnate sul territorio offrono alla scuola.

Religione

L’insegnamento di religione verterà sui seguenti ambiti tematici:

  • Dio e l’uomo
  • La bibbia e le altre fonti
  • Il linguaggio religioso
  • I valori etici e religiosi

Le attività svolte si pongono l’obiettivo di guidare i bambini a scoprire l’ambiente intorno a sé e quindi il proprio gruppo classe;
A scoprire la presenza di Dio attraverso l’esperienza del sé, la relazione con gli altri e l’osservazione della natura;
A riconoscere gli aspetti della vita quotidiana al tempo di Gesù per rapportali con quelli della vita di oggi;
Cogliere i segni cristiani del Natale e della Pasqua; riconoscere la chiesa come famiglia di Dio fondata su Gesù e sul suo messaggio;
Cogliere il significato e la differenza tra “chiesa edificio” e “Chiesa comunità”.

Suor Ernestina

Con il prezioso aiuto di Suor Ernestina, suora del Cottolengo di Bra

Convitto Provvidenza - Scuola Paritaria Bra

Seguici su facebook